Il nostro Hotel
a Campo di Trens
,
dista solo
5 minuti
in macchina
da Vipiteno

La nostra storia

L’Hotel Wieser a Campo di Trens, nelle vicinanze di Vipiteno, è una vera e propria azienda familiare diretta da molte generazioni dalla famiglia Wieser.

Le radici storiche dell’albergo, però, sono ancora più profonde: la parte centrale dell’edificio principale porta con sé una storia vecchia parecchi secoli. Questa parte fu costruita nel 1144,  risale all’alto medioevo e fu chiamata anche “der Turm” – “la torre”. All’epoca serviva come torre di segnalazione per il Castel Tasso. Questa torre fa parte degli edifici storici protetti ed è il cuore dell’albergo.

Fate con noi un viaggio nel tempo e scoprite la storia della nostra struttura:

  • Nell 'alto medioevo risiedevano nella torre i Signori di Stilves, essi erano gli importanti ministri dei vescovi di Bressanone.
    Nel 1173 la torre venne assegnata al Castel Tasso, il castello principale dei vescovi nell'Alta Valle Isarco.
  • Hans Stummelbeck, cittadino di Vipiteno, acquista la torre.
    Dal 1430 la torre non è più solo una locanda ma anche un posto d'alloggio.
  • In quell'anno Paul Mair, locandiere, immagazzinò 22 yhre di vino (1 yhre = 77,81 l), che in confronto alle altre locande erano pochi. La torre era l'unica locanda a Stilves. Nello stesso anno il Signor Mair vendette 17 dei 22 yhren di vino.
  • Morte del locandiere Hans Klemben, che era anche mastro del commercio di tessitura. Oltre alla torre, egli possedeva inoltre molti campi e il Finkengut con azienda agricola, stalla, forno e giardino.
    (Il Finkengut è oggi la dependance dell'hotel)
  • Georg Seeber acquista la locanda della torre.
    La nota nel catasto dice: "una locanda dove si può bere e mangiare, chiamata la torre, con forno e giardino aromatico lungo 17 bracciate"
    (Come unità di misura le bracciate corrispondevano a circa 1,80m, misurate con una corda distesa tra le braccia di un uomo adulto)
  • Nell'anno 1825 Anna Sparber Wieser acquista la struttura, è da quel momento che la famiglia Wieser accoglie i suoi ospiti in questo edificio storico.
  • Nella cronaca parrocchiale di Stilves è stato annotato: "le mura della locanda sono molto spesse e la torre è stata arricchita con un'ulteriore stanza. La struttura fa parte degli edifici storici protetti. Incorporata è la torre medioevale dei Signori di Stilves, menzionata intorno al 1140.
    Più tardi, quando viene fatto l'ampliamento viene aggiunta una sala da pranzo "Gaststube" scolpita in stile neo-gotico."
    Inoltre, nel 1843, c'è scritto: "Stilves ha una taverna bella, perché appena rinnovata e ampliata, inoltre si viene ospitati con molta simpatia ed entusiasmo da parte degli ottimi padroni di casa che hanno sempre un buon vino "Lago di caldaro" a buon prezzo.
  • Josef Leo Wieser, locandiere e contadino
    rileva assieme alla moglie Annemarie la locanda dai suoi genitori Josef e Maria.
  • In quest'anno l'intero edificio viene ristrutturato e diviene un albergo con 26 camere, un bar e una sala da pranzo.
  • Joachim e sua moglie Heidi rilevano l'albergo dai genitori. Da quel giorno dirigono l'albergo assieme. Sono stati fatti piccoli lavori di rinnovo, è stato installato inoltre un nuovo sistema di riscaldamento.
  • Costruzione della zona benessere: una nuova piscina, sauna e bagno turco a disposizione di tutti gli ospiti dell'albergo.
  • Costruzione della nuova dependance con 16 camere Superior e Suite. Dal 2016 anche il figlio di Joachim e Heidi, Johannes, lavora in albergo e dirige la reception.
  • La casa principale (ancora oggi chiamata torre dalla famiglia) verrà completamente ristrutturata: nuove camere e suite, nuova zona ristorante con finestre a vista panoramica e manutenzione delle "stuben" in stile altoatesino, nuovo bar con lounge e nuovo foyer con reception.

Non vediamo l’ora di darVi il benvenuto presso il nuovo Hotel Wieser.
Famiglia Wieser e collaboratori